BazanPhotos
Photography by Ernesto Bazan
  english | español | italiano
Los Locos And Photoshop Molester

Ogni anno d'estate impartisco un intenso workshop di cinque giorni ad ICP. E' una buona occasione per condividere il mio insegnamento con studenti provenienti da tutto il mondo che hanno questa passione per la fotografia.
Quest'anno sono stato particolarmente fortunato perché gli alunni sono stati molto ricettivi, sensibili e generosi, molto generosi con le loro immagini, parole ed il loro sostegno al loro maestro.
Considerando che abbiamo avuto solamente cinque giorni per decidere che tema avrebbe esplorato ogni studente, per fare le foto e poi editare le immagini in maniera coerente e creativa, ritengo che si siano fatti miracoli.
Vedere come siano stati capaci di assimilare in un periodo così limitato i miei consigli mi ha spesso fatto sorridere.
Mi è molto piaciuta l'ultima sessione finale di editing, dove abbiamo dissezionato ed analizzato assieme, studente per studente, tutte le immagini nel tentativo di eliminare le meno interessanti mentre sorseggiavamo dell'ottimo vino rosso che Candice aveva gentilmente portato. Ritengo sia stato forse uno dei momenti più felici dell'intera settimana. Siamo stati fortunati che le bottiglie erano solamente due….

Dopo il saluto finale, ho spedito un e-mail di ringraziamento a tutti i miei studenti ed al mio impareggiabile assistente Gabriele. Non mi sarei mai immaginato di ricevere tante commoventi risposte.
Qui sotto alcuni stralci. Come mi piace dire, i commenti dei miei studenti sono il regalo più bello al maestro dopo il miracolo delle loro foto.

EB

Caro Ernesto,
grazie ancora per essere stato un maestro ispiratore, onesto e generoso. Mi manca già il workshop. Non voglio perdere il momentum raggiunto in classe ed il tuo insegnamento! E' difficile mantenere la disciplina senza la struttura del workshop e senza l'ispirazione e l'incoraggiamento del tuo insegnamento.
Sto cercando di guardare il lavoro di altri maestri (Elliott Erwitt, Josef Koudelka, Rineke Dijkstra, Joel Sternfeld) per capire il motivo per cui le loro foto funzionano e cercare di migliorare le mie...

Candice Kwan.

Non potrei essere maggiormente d'accordo con i commenti di tutti. Avete espresso così bene ciò che la settimana ha significato per tutti noi. Continuo a cercare di mettere i piedi per terra!

Ho appreso tantissimo dalle vostre belle foto, dalle scelte che avete fatto, dalle atmosfere che siete riusciti a creare, e dai diversi approcci che ognuno di voi ha utilizzato. Grazie! E grazie a Gabriele per la sua pazienza ed il suo buon umore quando dovevamo fare il downloading delle immagini. So che non è stato facile!

Lo scorso sabato ho inviato i mie commenti ad Ernesto. Li ho copiati qui sotto per tutti voi.

Ernesto ti volevo dire nuovamente quanto ho apprezzato il workshop o come diresti tu, l'ho amatoooo. Hai messo l'asticella molto in alto, ma da questo momento continuerò ad ascoltare la tua voce nelle mie orecchie quando ci chiedevi se una determinata fotografia superava il test del battito del cuore. E anche se lo passa, la domanda successiva è chiedersi se sono riuscita ad essere solamente descrittiva o se invece la foto va la di là e riesce a cogliere la magia del momento.

Questa, naturalmente, è la vera sfida. Viviamo in una cultura visiva e siamo costantemente bombardati da immagini. Riuscire ad andare di là dallo stereotipo e dell'ovvio è veramente difficile. Per non menzionare la sfida di essere molto selettivi e di comporre le fotografie senza elementi di distrazione per riuscire a cogliere un momento speciale in quell'istante. Che cosa difficile! Ma continuerò a provarci, te lo prometto.
Grazie per incitarci ad andare di là dalle foto scontate e di creare qualcosa che veramente ci tocca il cuore. E' stata una settimana meravigliosa e non vedo l'ora di poter seguire un altro workshop assieme a te in futuro.

A presto, Janet Susin.

Ciao Ernesto,
grazie infinite per questo workshop, e per molte cose ancora.
Il corso ha, come hai detto, una qualità ruminante. Diversi aspetti mi ritornano alla mente costantemente e mi portano a riflettere non solamente sulla fotografia, ma più in generale su come raccontare una storia.

Avere seguito assieme il tuo workshop e quello di Alison Morley sull'editing, mi ha permesso di portarmi a casa una lezione inestimabile.

Ancora una volta grazie, Arati Rao.

P.S.
Quello che amo del tuo lavoro è che non è letterale. Non me lo sarei mai immaginato. E mai mi sarei immaginato che sei anche un poeta. Sono entusiasta di averti conosciuto. Ho trovato il tuo video molto commovente. Lo voglio mostrare a tanta gente qui in India. I tuoi libri sempre lì conserverò come dei tesori, lo so.

Cari Ernesto e Gabriele e cari studenti,
quasi un anno fa mio marito di quarantadue anni ha avuto un'emorragia celebrale, e nonostante sia sopravvissuto, le nostre vite sono cambiate in un istante. L'arrivo delle nostre nipotine è stato totalmente meraviglioso, miracoloso e magico…

Tutte le foto che sono state selezionate sono come "preghiere esaudite" e rimangono fermamente impresse nella mia mente mentre trovo me stessa girovagando estasiata....
Ernesto tu sei il Maestro Sognatore. Hai una grande abbondanza di doni e talenti e la capacità di riuscire a condividere con gli altri la tua vita che è piena di tanto amore, e, alla fine, tutto è amore.
Grazie per seguire i tuoi sogni fin dall'inizio. I sogni alla fine si realizzano. La passione che hai per la vita ed il tuo lavoro è veramente bellissima. Non sei solamente capace di istruire ma anche d'ispirare. Ci hai dato la rara occasione di affrontare una sfida…. e ciò ha portato ad un cambiamento dentro di noi che ci ha aperto la mente ed il cuore a nuove possibilità. Bravo per averci aiutato ad espandere la nostra immaginazione e a farci chiedere a noi stessi che cosa significhi veramente una fotografia creativa….

Mimi Hurley.

Copyright © 1973-2013 All photographs and content by Ernesto Bazan. All rights reserved.